OSPEDALE DI CHIETI

I mille giorni del nulla di D'Alfonso sul Project FInancing

Per Mauro Febbo tempi scaduti per la pubblica utilità

Il consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo difende l'ospedale di Chieti e attacca il presidente Luciano D'Alfonso. "I mille giorni del nulla sul Project Financing verso l'ospedale teatino dimostrano chiaramente che la Regione stà solo cercando di perdere tempo così quando dovrà prendere la scelta tra Chieti e Pescara sulla DEA di 2° livello indicherà il capoluogo costiero e per il SS Annunziata sarà l'inizio anche dello spostamento delle cliniche verso Pescara così come l'Università D'Annunzio perderà la facoltà di medicina". Non usa mezzi termini Mauro Febbo che forte dell'appoggio dei consiglieri provinciali Emiliano Vitale, Maurizio Costa e Maura Micomonaco è tornato nuovamente sulla necessità di decidere subito qual'è la scelta della Regione sulla elevazione a DEA 2° e accusa direttamente il Governatore di voler depotenziare la sanità teatina a favore di Pescara. "La riunione sul Project financing del 13 marzo scorso è stata fatta senza la presenza dei funzionari che si erano detti contrari o avevano espresso perplessità sul Project - ha detto Febbo - e D'Alfonso non ha mai risposto ufficialmente all'esito dell'incontro avuto con il presidente della provincia di Vicenza sulle norme di collocazione al lavoro dei disabili di un'azienda, la Icm, che è tra i promotori del Progetto così come sulla costituzione di un apposito Organo collegiale tecnico vista la recente avocatura delle competenze delle procedure di pubblico interesse alla Regione. I termini e le condizioni per dichiarare la pubblica utilità del progetto sono tuttavia scaduti e qualsiasi ulteriore valutazione di D'Alfonso sarà inadeguata".